Controllo della catena di fornitura. Lo standard ISO 28000:2007
21868
post-template-default,single,single-post,postid-21868,single-format-standard,stockholm-core-1.1,select-theme-ver-5.1.8,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
Title Image

Controllo della catena di fornitura. Lo standard ISO 28000:2007

Controllo della catena di fornitura. Lo standard ISO 28000:2007

La norma ISO 28000:2007 rientra a pieno titolo fra gli assessment utili a qualificare la catena di fornitura, rappresentando un valido contributo per la crescita reputazionale, in termini di responsabilità sociale, dell’organizzazione.

La norma internazionale ISO 28000:2007 è nata, soprattutto, per rispondere all’esigenza del settore logistica e trasporti di disporre di uno standard di riferimento per la security nella Supply Chain.

Essa è un riferimento utile per identificare e controllare i potenziali rischi connessi per persone e merci, limitandone le conseguenze negative. I processi chiave di cui si occupa lo standard sono: la manifattura, i processi di packaging, di immagazzinaggio, il trasferimento delle merci ma anche gli aspetti finanziari, la gestione delle informazioni e delle risorse umane.

Nel contesto della logistica è particolarmente utile per:

  • prevedere un controllo accurato sulle merci (per dare coerenza al bilancio fra quelle inviate e quelle da inviare);
  • assicurare che il carico sia accompagnato da una documentazione corretta al 100%;
  • monitorare affinché né il carico, né la documentazione possano subire modifiche durante il tragitto;
  • verificare che tutti i prodotti spediti raggiungano la destinazione;
  • monitorare continuamente la disponibilità sufficiente di prodotti in magazzino;
  • prevedere rigidi codici comportamentali a cui attenersi

Il possesso della certificazione ISO 28000 facilita il processo per ottenere le certificazioni TAPA e AEO, standard che guidano le aziende nell’adempimento di requisiti strutturali per limitare le perdite nelle catene di fornitura internazionali.

Per approfondimenti: