Art. 14: nuovo accordo quadro della Regione Veneto
21787
post-template-default,single,single-post,postid-21787,single-format-standard,stockholm-core-1.1,select-theme-ver-5.1.8,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
Title Image

Art. 14: nuovo accordo quadro della Regione Veneto

Art. 14: nuovo accordo quadro della Regione Veneto

Con la DGR nr. 705 del 21 maggio 2018, la Regione Veneto, assieme alle associazioni datoriali, alle organizzazioni sindacali del Veneto e alle associazioni rappresentanti di persone disabili, ha approvato la Convenzione Quadro Ex art. 14 Decreto legislativo 10 settembre 2003 n. 276.

L’“Accordo per l’inserimento lavorativo nelle cooperative sociali delle persone disabili con gravi difficoltà di inserimento nel ciclo lavorativo ordinario” si pone l’obiettivo di incentivare l’inserimento di persone disabili all’interno del mondo aziendale. Infatti, l’art. 14 prevede la possibilità di affidare una commessa ad una cooperativa sociale di “tipo B” per svolgere servizi o produrre beni per l’azienda stessa. In questo modo, l’azienda ha un’opportunità ulteriore per adempiere alla quota d’obbligo prevista dalla L. 68/1999.

Nell’accordo quadro regionale viene disegnato il perimetro entro cui tale opportunità può essere attivata, dall’azienda e dalla cooperativa sociale, definendo requisiti e limiti di applicabilità. L’art. 14, inoltre, rappresenta uno strumento di “contaminazione” tra il mondo aziendale e quello della cooperazione sociale. Ragionare sull’inserimento di persone con disabilità, al di là dell’obbligo normativo ma, piuttosto, come una concreta attuazione della responsabilità sociale d’impresa. Sono molte le potenzialità di questo strumento, bisognerà vedere se imprese e cooperative sociali saranno davvero pronte per affrontare questo cambiamento culturale importante.