Cultura e Valori si racconta nel suo primo bilancio sociale
21733
post-template-default,single,single-post,postid-21733,single-format-standard,stockholm-core-1.1,select-theme-ver-5.1.8,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
Title Image

Cultura e Valori si racconta nel suo primo bilancio sociale

Cultura e Valori si racconta nel suo primo bilancio sociale

Prima esperienza rendicontativa di Cultura e Valori, cooperativa sociale impegnata nella gestione di scuole nella provincia di Verona. Un documento che raccoglie i dati di 10 scuole, con oltre 1.000 ragazzi iscritti e 130 insegnanti coinvolti nell’attività professionale. Buona lettura!

A partire dagli anni ’90 hanno iniziato a presentarsi evidenti segni di crisi nella gestione delle scuole diocesane nella provincia di Verona, una situazione che portò alla chiusura di gran parte delle realtà scolastiche da parte della Curia Veronese. La storia della cooperativa Cultura e Valori nasce proprio in questo contesto, cercando di intervenire per dare sostegno ad un patrimonio educativo che rischiava di disperdersi. Partono così le prime due gestioni nel 1995: la Scuola Carlo Perucci di Marzana nel comune di Verona e la Scuola Don Allegri di Villafranca (VR).

La cooperativa Sociale Cultura e Valori è una realtà che si occupa, per vocazione statutaria, di istruzione, di formazione e di educazione, avendo come principali punti di forza della propria attività l’educazione, la condivisione, la partecipazione, il servizio alla persona e alla famiglia. Cultura e Valori gestisce scuole paritarie, ed in particolare due istituti comprensivi dall’asilo nido alla formazione secondaria di primo grado, due scuole dell’infanzia, due scuole secondarie di primo grado e due scuole secondarie di secondo grado.